tre anni fa

ero molto diversa da oggi. 

 

ero molto insoddisfatta della mia vita, alla costante ricerca di qualcosa che accendesse il mio cervello, scarica di energie fisiche ed emozionali.

 

Il lavoro non mi soddisfaceva più, il mio corpo dopo una gravidanza non era più quello di prima, le giornate sfuggivano via senza che me ne accorgessi, tutte simili, tutte terribilmente brevi per la parte di vita che sentivo mia, terribilmente lunghe per ciò che mi sentivo imposto.  

La mia vita così com'era, seppure ricca di amore nel mio ambito familiare, non mi nutriva più a livello professionale senza contare l'insoddisfazione per come percepivo il mio corpo.

Qualcosa doveva cambiare, nella mia mente e nel mio corpo. 

Ho sempre amato studiare e mi sono resa conto che la mia curiosità sarebbe stata il motore del mio cambiamento e così ho cominciato a cercare qualcosa che mi ridesse vita, che stimolasse i miei sensi e la mia fantasia e che mi permettesse di progettare una nuova realtà. 

Ho cominciato un cammino di crescita personale attraverso la PNL ed il coaching ed ho "ripulito" il vocabolario delle mie conversazioni interiori da tutte le parole negative che continuavo a ripetermi.

Poi ho conosciuto Silvia Cappellazzo, chef di cucina 100% vegetale e da li mi sono appassionata a questo splendido mondo.

Mentre cresceva la consapevolezza di me cresceva anche la connessione fra questi due realtà.  Sono un ingegnere ambientale appassionata di temi legati all'ecologia e mi sono detta che questi stimoli non erano giunti a me a caso.

Sono quindi partita con la progettazione di once a week!

I problemi che abbiamo non possono essere risolti allo stesso livello di pensiero che li ha creati.
— Albert Enstein -
Foto di Yuri Vazzola